RIFERIMENTO

Confindustria F.V.G.

tel. 040 364524
fax 040 369353
mail info@confindustria.fvg.it

INDICE

INDAGINE CONGIUNTURALE

4° trimestre 2007

L'indagine congiunturale regionale - 4° TRIMESTRE 2007

Commento di sintesi

I principali indicatori dello stato di salute dell’industria regionale, presi in esame nel 4° trimestre 2007, presentano un trend caratterizzato dalla prevalenza di segni positivi, sia nei valori dei dati congiunturali (che mostrano le variazioni rispetto al trimestre precedente), sia nei valori tendenziali (indicanti le variazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso).
L’andamento crescente dei valori congiunturali è da considerarsi naturale, in quanto direttamente connesso alla ripresa produttiva dopo la pausa estiva.

Più significativa risulta, quindi, la valutazione dell’andamento dei valori tendenziali. Nel confronto con il 2006, come si è detto, gli indicatori sono positivi, ma i loro valori risultano per lo più inferiori a quelli registrati nell’indagine precedente di fine settembre. Di conseguenza si può concludere che il trend di crescita dell’industria regionale, che ha preso avvio all’inizio del 2006, dopo una fase di assestamento attorno alla metà del 2007, subisce nella parte finale dell’anno un rallentamento.

Entrando maggiormente nel dettaglio dei valori dei principali indicatori tendenziali (che confrontano il trimestre in esame con lo stesso trimestre del 2006) si evidenzia che nel quarto trimestre 2007: la produzione segna un lieve calo passando dal +4% di giugno e settembre, al +3,5 di dicembre; le vendite estero rallentano (da +7,3% a +3,1%) restando positive, mentre sale il mercato interno (da +3% a +4,8%), grazie al quale il volume delle vendite totali si mantiene attorno ai livelli della precedente indagine (+4,6%).

Per quanto riguarda il profilo congiunturale (rispetto, cioè, al trimestre precedente), come si è sopra accennato, l’effetto della ripresa dopo le chiusure estive risulta preponderante, portando la produzione a +8,1% e le vendite , sia in Italia che all’estero, attorno al + 9%.

L’unico valore congiunturale negativo è quello dell’occupazione che passa dal precedente +1,4% a -0,7%.

Per quanto riguarda l’andamento degli ulteriori indicatori, è da rilevare che la positività dei valori dei nuovi ordini permane (+7,8% congiunturale; +1% tendenziale), ma con una significativa riduzione rispetto alla rilevazione di tre mesi fa.

A riguardo dei settori più rappresentati nell’indagine e più rappresentativi della realtà produttiva regionale, risulta che l’andamento della “meccanica” è in linea con quello generale sopra commentato, mentre quello del “legno” presenta qualche segno di sofferenza sia nella produzione che nelle vendite.

Le previsioni degli imprenditori dell’industria sul primo trimestre del 2008 risultano molto meno omogenee che in precedenti occasioni. Comunque, il prevalere dell’indicazione di “stabilità” e la crescita, in tutti gli indicatori, della previsione di “diminuzione” rispetto ai dati dell’indagine precedente stanno a segnalare il diffondersi di un minore ottimismo nelle aspettative per il prossimo futuro.

4°07.pdf

Allegati

4°07 (file .pdf - 618Kb)

NEWS FEED